Dintorni

LUOGHI DI INTERESSE

 

autunno_lessinia

Chiesa San Giovanni Battista – XVI secolo – Velo Veronese

Opera di Donato di Lugo. All’interno un battistero ottagonale in marmo rosso del 1533. All’esterno, murati nelle pareti, si trovano alcune iscrizioni quattro e cinquecentesche ed esempi altrettanto antichi e belli della scultura popolare dei Lessini. La chiesa è dedicata al culto di san Giovanni Battista, santo particolarmente venerato nella tradizione cimbra.

sancarlo

Chiesetta di San Carlo Borromeo – XVII secolo – Camposilvano

San Carlo si narra che passò e dimorò a Camposilvano, allora uno dei 13 comuni cimbri, sulla via del Concilio di Trento. Fu costruita nel 1606 è dedicata a Lui anni prima che fosse proclamato santo.

FORTIFICAZIONI

montepurga

Rocca del Monte Purga

XIV secolo. La rocca è tuttora visibile in cima al Monte Purga.

NATURA

covolo_camposilvano

Covolo

A Camposilvano, si tratta di una grandissima cavità naturale nata da un crollo, totalmente esposta all’esterno, che ha la forma di un quarto di sfera irregolare con le sue misure: largo 70 metri, alto 35 metri e profondo 50 metri. Prima del crollo era una enorme cavità carsica. Nel suo interno ha un microclima di inversione termica, tanto che è possibile avere nevicate estive all’interno del Covolo. La struttura aveva una presenza umana risalente almeno a 50.000/70.000 anni prima di Cristo.

sfingi

Valle delle sfingi

Una valle con rocce affioranti lunga quasi un chilometro, ha una serie di monoliti in calcare modellati dalla disgregazione e dall’erosione. Sono allineati sul fondovalle e regolarmente distanziati l’uno dall’altro. Alcuni hanno forme particolari.

molina_cascata

Museo e Cascate di Molina

Il paese offre l’occasione per una riposante immersione nel passato e nella natura poiché, oltre al Museo della Botanica, che espone esemplari della flora lessinica, introduce a nord al suggestivo Parco delle Cascate.
Il parco, oasi naturalistica lungo il progno di Fumane realizzato all’inizio degli anni Settanta del ‘900, si estende per 80.000 mq, occupando l’ultimo tratto della valle di Molina e la zona di confluenza tra la Val Cesara e il Vajo delle Scalucce.

VEJA

Ponte di Veja a Sant’Anna d’Alfaedo

Lo chiamano ponte, ma non lo è. Si tratta in realtà della volta di una enorme caverna usata certamente, come tante altre, come abitazione preistorica di uomini ed animali.
Si trova nel Comune di Sant’Anna d’Alfaedo a quota 602 metri sul livello del mare, in Lessinia. Il risultato attuale deriva da una combinazione di vari fattori, come l’inclinazione della valle, la successione stratigrafica del terreno, l’alta permeabilità delle rocce, l’attività torrentizia e di sorgente, l’azione dell’acqua acidulata con Co2 sulle rocce calcaree. Si presenta come un grande ponte di roccia alto 29 metri con una larghezza che va da 6 a 23 metri. Le rocce che la caratterizzano sono il “biancone” il “Rosso Ammonnitico” ed il “calcare oolitico”

MUSEI

Museo Geopaleontologico

A Camposilvano, uno dei sette musei coordinati dalla comunità della Lessinia. È l’evoluzione del museo privato iniziato da Attilio Benetti. Conservava inizialmente fossili e reperti (come l’orso dei covoli di Velo) prevalentemente della zona e della Purga di Velo. Attualmente, con una politica prevalentemente di scambi, custodisce fossili provenienti da tutto il mondo.

Museo di Sant’Anna d’Alfaedo

Il Museo, fondato per iniziativa di Francesco Zorzi nel 1961, inizialmente in una sala del locale Municipio, è oggi un punto di riferimento per molti geologi e studiosi di preistoria.
All’ingresso ci accoglie l’esposizione del materiale paleontologico, rinvenuto negli ultimi anni nelle cave di lastre di pietra (qualità Scaglia rossa del vicino Monte Loffa) che sono state molto generose.

cimbri_montanare

Museo dei Cimbri di Giazza

Dal 1972, a Giazza è attivo il Museo Etnografico dei Cimbri, realizzato dall’architetto Arrigo Rudi, già collaboratore di Scarpa per il restauro di Castelvecchio a Verona. Il museo, attraverso una serie di sculture, pitture ed esempi di arte popolare, oggetti e attrezzi legati alle attività tradizionali dei cimbri (l’agricolura, la caccia, la produzione del ghiaccio e del carbone), ai loro usi e costumi, propone una serie di itinerari e approfondimenti degli aspetti culturali, artistici e religiosi di questo popolo antichi. Una sezione è dedicata agli aspetti linguistici dei cimbri e alle influenze sulla toponomastica della zona.

Museo dei fossili di Bolca

Il Museo dei Fossili, sorto nel 1969 e recentemente ricostituito da vari enti locali, tra cui la Comunità Montana della Lessinia che lo gestisce e il Museo di Storia Naturale che ne ha curato l’allestimento e lo segue da un punto di vista scientifico, dà la possibilità di avvicinarsi alla geologia e alla paleontologia del territorio.

MANIFESTAZIONI

  • Vigilia natalizia al Covolo di Camposilvano
  • Festa del Monte Purga tra luglio ed agosto
  • Festa di San Carlo e dell’emigrante a Camposilvano a metà luglio
  • Velofestival luglio e agosto
  • Festa della ricotta
  • Festa della transumanza